SICUREZZA STRADALE: le nuove leggi per le automobili

I 7 DISPOSITIVI ADAS OBBLIGATORI

Il parlamento europeo nel 2019 ha approvato la nuova normativa per la sicurezza stradale che dal 6 luglio è entrata in vigore. Ma quali sono le nuove leggi per le automobili? Ci sono nuove regole per i guidatori?

Da questa data tutte le nuove vetture che verranno omologate dovranno essere munite dei sistemi ADAS, che adesso sono optional, per la salvaguardia degli automobilisti. 

Cosa sono i sistemi ADAS? Sono dei dispositivi per l’assistenza alla guida, ADAS è l’acronimo di Advanced Driver Assistance Systems.

Non vi preoccupate perché saranno le case automobilistiche che dovranno ammodernizzare i propri modelli perché tutti siano completi dei dispositivi ADAS sotto elencati come dotazione standard. Molte di queste tecnologie di fatto erano già disponibili e utilizzate però come optional. Da adesso diventano obbligatorie per tutte le autovetture di nuova produzione.

Tutti nuovi veicoli dovranno essere muniti di:

  • Adattamento intelligente di velocità
  • Interfaccia di installazione di dispositivi di tipo “alcolock”
  • Avviso della stanchezza del conducente
  • Avviso avanzato di distrazione del guidatore
  • Segnalazione di arresto di emergenza
  • Rilevamento retromarcia
  • Registratore di dati evento (scatola nera)

Adattamento intelligente di velocità

Il sistema ISA (Intelligent Speed Adaption) è una tecnologia che è stata sviluppata in Svezia e poi si è diffusa nel resto del mondo. È un apparecchio con cui è possibile modificare la velocità di un veicolo a seconda dei limiti imposti dal Codice della Strada.

Lo scopo principale consiste nel aiutare il guidatore a rispettare sempre i limiti di velocità, soprattutto nei tratti di strada in cui essi cambiano frequentemente.

Può essere di due tipi, Passivo se c’è un semplice avviso (che può essere di diverso genere: acustico, visivo e tattile) oppure Attivo quando il sistema interviene direttamente sulla velocità. Quest’ultimo però può essere disattivato manualmente e temporaneamente.

ALCOLOCK

La guida in stato di ebbrezza è la principale causa di incidenti e di morte sulle strade italiane ed europee. Per questo motivo è stato progettato “ALCOL INTERLOCK” o anche detto “ALCOLOCK”.

Questo dispositivo ADAS sottopone il guidatore ad un alcoltest che se dovesse risultare fuori dai parametri previsti dalla legge impedirà l’accensione dell’autovettura.

dispositivi adas - alcol test

AVVISO STANCHEZZA DEL CONDUCENTE

Il sistema del rilevamento della stanchezza è “un assistente” del veicolo, analizza costantemente il comportamento del conducente prendendo in considerazione vari parametri: velocità, utilizzo e sensibilità del volante, utilizzo e sensibilità del pedale di accelerazione, intensità delle frenate, l’accelerazione trasversale (cioè l’accelerazione in uscita da una curva) e il battito delle palpebre del guidatore. Questi dati vengono uniti e se vengono riscontrati sintomi di stanchezza, il conducente riceve un messaggio di segnalazione accompagnato da un segnale acustico.

AVVISO AVANZATO DISTRAZIONE DEL CONDUCENTE

Questo apparecchio rivela al conducente la segnaletica orizzontale e limita il rischio di uscire involontariamente dalla corsia lanciando un segnale acustico, oppure una vibrazione del sedile o del volante.

Segnalazione di arresto di emergenza

Questo dispositivo ADAS avvisa con segnali acustici e visivi il conducente in caso di imminente tamponamento e se il conducente non dovesse correggere la traiettoria o frenare sufficientemente l’apparecchio si attiverà e frenerà in maniera automatica.

Questa tecnologia funziona tramite dei sensori collegato ad un radar o a un sistema di rifrazione della luce così monitorano costantemente lo spazio.

RILEVAMENTO RETROMARCIA

In fase di retromarcia il conducente è supportato da dei dispositivi per il rilevamento di ostacoli in movimento, con l’arresto forzato della vettura se il guidatore non reagisce in maniera tempestiva

REGISTRATORE DI DATI EVENTO

La scatola nera è un dispositivo elettronico che è dotato di un localizzatore GPS che permette di raccogliere e monitorare molti dati: la velocità, le marce inserite, gli impatti, l’intensità degli incidenti ed è dotato anche di un registratore per l’audio interno dell’auto. Questo apparecchio è fondamentale per ricostruire le dinamiche di un incidente così da poter avviare eventualmente un ricorso. Non a caso flotte di compagnie di noleggio e auto aziendali sono già muniti di questo importante accessorio.

Per quanto riguarda gli automobilisti gli effetti di questo cambiamento verranno percepiti a partire da luglio 2024, in cui l’obbligatorietà dei dispositivi ADAS saranno per tutte le macchine di nuova immatricolazione

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.